Rete antiribaltamento: cos’è e quando si usa

Gli interventi di antiribaltamento delle tamponature sono interventi antisismici non invasivi volti a garantire la sicurezza degli edifici e prevenire danni in caso di eventi sismici o altri tipi di calamità naturali. Tra i metodi più efficaci per questo scopo troviamo i sistemi di rinforzo fibrorinforzati, tra cui le reti antiribaltamento.

Cosa si intende per ribaltamento delle tamponature?

Il ribaltamento delle tamponature costituisce un pericolo per la stabilità degli edifici, soprattutto in situazioni di emergenza come un terremoto. Questa situazione rappresenta un rischio anche per l’incolumità delle persone, impedendo l'accesso alle vie di soccorso. Prevenire il fenomeno è però possibile attraverso degli interventi di antiribaltamento.

Indispensabili per assicurare la sicurezza in caso di sisma, i presidi antiribaltamento rendono l’edificio più sicuro. In particolare, queste azioni locali mirano a prevenire il cedimento delle tamponature esterne, riducendo il rischio di crolli e assicurando la protezione dell’edificio e degli occupanti.

Cos’è e a cosa serve la rete antiribaltamento?

Tra gli interventi più validi ed efficaci per prevenire il ribaltamento delle tamponature ci sono le reti antiribaltamento, che utilizzano sistemi di rinforzo fibrorinforzati. La rete antiribaltamento è un sistema progettato per rinforzare le strutture esistenti e proteggerle dai danni causati da eventi sismici. Questo dispositivo consiste in una rete flessibile e resistente realizzata con materiali innovativi, come la fibra di vetro.

Installata all'interno degli edifici, la rete antiribaltamento agisce come una barriera di protezione, assorbendo e distribuendo le forze generate dalle scosse sismiche, riducendo così il rischio di cedimenti strutturali e lesioni alle persone. La sua leggerezza e resistenza la rendono particolarmente adatta per essere integrata nelle strutture esistenti senza comprometterne l'estetica o la funzionalità.

Da quali materiali è composta una rete antiribaltamento?

Le reti antiribaltamento utilizzano sistemi di rinforzo fibrorinforzati, anche conosciuti come FRMC (Fiber Reinforced Cementitious Matrix). I sistemi FRCM prevedono l’utilizzo di tessuti o reti in fibre di varia natura, come quelle di vetro AR (Alcali-Resistente), applicate in abbinamento a matrici inorganiche (malte).

Il composito rete-malta è una tipologia di consolidamento strutturale e viene realizzato in situ. Oltre agli interventi di rinforzo su tamponature e partizioni verticali in muratura, pietra e tufo, comprendono i rinforzi a flessione e taglio di travi, setti e pilastri, il confinamento di pilastri e il rinforzo di nodi trave-pilastro.

Negli ultimi anni, l'utilizzo dei materiali fibrorinforzati a matrice cementizia si è diffuso notevolmente nel settore del rinforzo strutturale di edifici in muratura e calcestruzzo armato. Questa diffusione è dovuta alla capacità dei FRCM di garantire durabilità, resistenza elevata rispetto al peso e facilità di installazione.

I benefici delle reti antiribaltamento

Dalla sicurezza degli occupanti all'efficacia nel prevenire incidenti, i benefici della rete antiribaltamento sono molteplici:

  1. Sicurezza strutturale: la rete antiribaltamento rinforza le strutture esistenti, riducendo il rischio di cedimenti durante un terremoto o altri eventi sismici;
  2. Protezione degli occupanti: protegge gli occupanti dell'edificio riducendo il rischio di lesioni causate da detriti o crolli durante un terremoto;
  3. Prevenzione dei danni materiali: riduce i danni materiali all'edificio, ai suoi contenuti e agli arredi interni, contribuendo a minimizzare i costi di riparazione e di ricostruzione post-sismica;
  4. Integrazione discreta: la rete antiribaltamento in fibra di vetro può essere integrata nelle strutture esistenti senza comprometterne l'estetica o la funzionalità dell'edificio;
  5. Durabilità e resistenza: i materiali innovativi come la fibra di vetro AR offrono una soluzione durevole e affidabile nel tempo, richiedendo una manutenzione minima;
  6. Conformità normativa: contribuisce a soddisfare le normative e i requisiti di sicurezza sismica, garantendo la conformità agli standard di costruzione locali e nazionali e aumentando il valore della proprietà.

Le reti antiribaltamento in fibra di vetro AR Gavazzi

Azienda tessile fondata nel 1881, con una lunga storia di produzioni di qualità e filosofia di servizio al cliente, Gavazzi Tessuti Tecnici è oggi una realtà industriale di primo piano nel settore tessile tecnico italiano e internazionale, con una presenza consolidata all’interno di mercati innovativi.

Gavazzi fornisce una gamma di reti in fibra di vetro AR per il rinforzo e consolidamento strutturale. Tutte le soluzioni presentano un’elevata efficienza del composito, la capacità di mantenimento delle performance e una notevole riduzione di spessore e peso. Gavazzi offre ai propri clienti:

  • Reti per sistemi di rinforzo FRCM, formati da una matrice inorganica a base di malta cementizia o a base calce e da un rinforzo tessile, di norma una rete costituita da fibre di vetro AR impregnata con resine polimeriche;
  • Reti per sistemi di rinforzo CRM, con impregnazione termoindurente: la resina penetra all’interno della fibra, garantendo un’efficienza prestazionale al sistema malta-rete prossima al 100%;
  • Reti per rinforzo di elementi prefabbricati, reti in fibra di vetro AR con un’ottima aderenza alle malte autolivellanti HPC: permettono di diminuire lo spessore e il peso dei pannelli prefabbricati di facciata, utilizzati a scopo decorativo e strutturale;
  • Reti per antisfondellamento solai, reti in fibra di vetro AR per la messa in sicurezza dei solai.

Indietro